Lexolino Musica

Inni nazionali

Inni nazionali

Un inno nazionale è una canzone celebrativa e usata per celebrare il sovrano regnante, almeno nel XVIII secolo, quando i primi inni nazionali divennero di moda. La maggior parte degli inni nazionali ancora in uso oggi sono stati creati dopo rivoluzioni o battaglie nazionali per la libertà. Esempi di questo sono gli inni in Francia, Polonia e Stati Uniti. Il loro potere simbolico per gli abitanti dei loro stati rimase corrispondentemente grande. Alcune delle canzoni popolari dei festival rappresentano ancora una tradizione nazionale ininterrotta e sicura di sé.

L'inno nazionale è stato suonato durante le visite di stato e simili eventi diplomatici dall'inizio del XIX secolo. Un paese si presenta con il suo inno nazionale in occasioni molto speciali. Può trattarsi, ad esempio, di un ricevimento statale o di un evento sportivo internazionale. Cantare l'inno nazionale fa sempre parte delle partite dei Campionati Mondiali ed Europei.

In alcuni paesi, quando viene suonato l'inno nazionale, le persone si alzano in piedi e, se presenti, almeno i maschi presenti si tolgono il cappello. Quando c'è una bandiera nazionale, alcune persone si rivolgono ad essa. In molti paesi dell'America centrale e meridionale come Negli Stati Uniti, ad esempio, la mano viene posta sul cuore e spesso viene cantato l'inno nazionale.

Il giapponese è l'inno nazionale più antico del mondo (titolo: "Kimi Ga Yo"). Il testo è stato scritto già nel 12° secolo, ma non è diventato l'inno nazionale fino al 1876. Dopo che il Giappone ha perso la seconda guerra mondiale, è stato solo nel 1999 che un altro brano musicale è stato dichiarato inno nazionale ufficiale del Giappone.

Un inno nazionale di solito consiste in una melodia e testi. Gli inni nazionali senza testi includono ad es. B. l'inno nazionale spagnolo "Marcha Real" o l'inno nazionale sammarinese "Inno Nazionale della Repubblica". La melodia dell'inno nazionale britannico è stata adottata da altri paesi come la Prussia e la Svizzera. La melodia dell'inno imperiale d'Austria fu adottata anche per il Deutschlandlied.

L'inno nazionale cambia spesso con la forma di governo o è integrato da un inno di partito. Molti inni nazionali hanno anche un passato militare, incluso il francese "Marsigliese". Ci sono anche inni rivolti a un monarca, come l'inno nazionale britannico "God Save the Queen". Svezia e Danimarca hanno un inno nazionale e un inno reale. Gli inni nazionali della Svizzera e dell'Islanda sono stampati anche nei libri di inni della chiesa del paese.

Ci sono anche un certo numero di stati che hanno diversi inni nazionali. In ogni caso c'è un inno nazionale ufficiale, ma gli altri hanno lo stesso forte potere simbolico in pubblico e talvolta vengono suonati anche in occasioni ufficiali. Un esempio è la Gran Bretagna, dove oltre all'inno nazionale ufficiale ci sono anche gli inni "Regola, Britannia!" e "Land of Hope and Glory" o Iran, dove l'inno nazionale non ufficiale "Ey Iran" è meglio conosciuto di quello ufficiale. In Austria, oltre all'inno nazionale, anche la canzone "I am from Austria" di Rainhard Fendrich (cantautore austriaco) è un inno non ufficiale.

Soprattutto nelle dittature fasciste, era consuetudine aggiungere immediatamente all'inno nazionale il rispettivo inno di partito. Questo rivendicava così uno status simile a quello dell'inno nazionale stesso, come in Italia, dove la marcia reale era seguita dall'inno del partito fascista "Giovinezza" o nella Germania nazionalsocialista, dove il Deutschlandlied era seguito dalla canzone di Horst Wessel . In alcuni paesi comunisti è ancora consuetudine suonare l'Internazionale dopo l'inno nazionale ufficiale.

A Taiwan, l'inno nazionale San Min Chu-i è anche l'inno del partito del Kuomintang, motivo per cui la canzone della bandiera nazionale è usata anche come inno non ufficiale. Nella Repubblica popolare cinese al tempo della Rivoluzione culturale, la canzone "The East is Red" (inno a Mao Zedong ma anche al partito) ha avuto un ruolo dominante, quasi ad oscurare l'inno nazionale.


Di seguito una selezione degli inni nazionali più popolari:

Argentina:

Himno Nacional Argentino (anche: Oíd, Mortales, "Ascolta, mortali!")

Belgio:

Brabançonne ("La canzone del Brabante")

Bulgaria:

Mila Rodino (dal 1964),
Schumi Maritza (1886-1964)

Cile:

Puro, Cile ("Pure, Cile")

Danimarca:

Inno reale: Kong Kristian ("Re Cristiano")
Inno nazionale: Der er et yndigt land ("C'è una terra adorabile")

Germania:

Deutschlandlied, 3° versetto (dal 1952, confermato nel 1991)
Deutschlandlied (1918-1945)
Heil dir im Siegerkranz (Inno dell'imperatore, 1871-1918)

Francia:

marsigliese

Grecia:

Ymnos è tin Eleftherian ("Inno alla libertà")

Italia:

Fratelli d'Italia (dal 1946)
Marcia Reale (1861-1946)
Giovinezza (inno di festa 1922-1943)

Giappone:

Kimi Ga Yo ("Vostra Signoria")

Nuova Zelanda:

God Defend New Zealand e God Save the Queen

Norvegia:

Ja, vi elsker dette lands ("Sì, amiamo questo paese")

Austria:

Terra di montagna, terra di fiume (dal 1946)
Sii benedetto senza fine (1929-1938)
Austria tedesca, paese glorioso (non ufficiale, 1920-1929)
Inno nazionale (1826-1918)

Portogallo:

A Portuguesa ("Il portoghese")

Romania:

Desteapta-te, romana! ("Svegliati, rumeno") (dal 1989)
Tre colori (1977-1989)

Russia:

Gimn Rossiiskoi Federazii (dal 2000),
Patrioticheskaja Pesnya (1990-2000)
Otrechomsya ot starovo mira (1917)
Bosche, Zarya hrani! (1833-1917)

Svezia :

Inno nazionale: Du gamla, Du fria ("Sei vecchio, sei più libero")
Inno reale: Ur svenska hjärtans djup en gång ("I nostri cuori svedesi vanno più in profondità")

Svizzera:

Salmo svizzero (dal 1961)
Heil dir Helvetia (fino al 1961)

Spagna:

Marcha Real ("Marcia reale")

Turchia:

Istiklâl Marsi ("Marcia dell'Indipendenza")

Ungheria:

Himnusz ("Inno")

Stati Uniti:

Lo stendardo stellato

x
Franchise Unternehmen

Gemacht für alle die ein Franchise Unternehmen in Deutschland suchen.
Wähle dein Thema:

Mit dem passenden Unternehmen im Franchise starten.
© Franchise-Unternehmen.de - ein Service der Nexodon GmbH